Stavolta Donald Trump non ha colpa anche se è sttao il convitato di pietra dell’intera cerimonia. Ma la notte degli Oscar 2017 è stata caratterizzata da una clamorosa gaffe.
Warren Beatty incaricato di annunciare il vincitore del miglior film  senza esitazione dice: il vincitore è La La Land di Damien Chazelle. Ma in realtà si è trattato di un errore, perchè il premio era invece andato a ‘Moonlight’ di Barry Jenkins. Una gaffe clamorosa e mai capitata prima.  A quel punto Beatty, che aveva presentato l’Oscar insieme a Faye Dunaway, ha ripreso la parola e chiarito il clamoroso errore, dicendo di essersi sbagliato e che il vero vincitore per quella categoria, la più importante, per il 2017 è ‘Moonlight’.  Nonostante ‘La La Land’ abbia mancato, con un colpo di scena che sarà ricordato a lungo, l’Oscar come Miglior Film, resta comunque il film più premiato di questa edizione. Il musical si porta infatti a casa la statuetta per la Miglior attrice protagonista a Emma Stone, Miglior Regia per Damien Chazelle, Miglior canzone per ‘City of Stars’, Miglior colonna sonora per Justin Hurwitz e Miglior scenografia per Sandy Reynolds-Wasco e David Wasco. Non ce l’ha fatta invece ‘Fuocoammare’ di Gianfranco Rosi, candidato all’Oscar come Miglior documentario. Ma l’Italia è riuscita a portare a casa con Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson la statuetta per il Miglior Make-up and Hairstyling per il lavoro fatto nel film ‘Suicide Squad’, scritto e diretto da David Ayer.