Uccide l’uomo che investì la moglie

Il necrologio di Roberta Smargiassi

Il necrologio di Roberta Smargiassi

Si è costituto ai carabinieri di Vasto (Chieti) Fabio Di Lello, l’uomo che nel pomeriggio di ieri, davanti a un bar, ha ucciso con alcuni colpi di pistola Italo D’Elisa. Prima di consegnarsi ai carabinieri ha telefonato a un amico comunicandogli di aver compiuto il gesto perché considerava D’Elisa l’assassino della moglie, Roberta Smargiassi, travolta e uccisa l’estate scorsa da un’auto condotta dal giovane.
La pistola utilizzata per l’omicidio, avvolta in una busta di plastica, è stata ritrovata vicino alla tomba di Roberta Smargiassi.
Fu un tragico incidente, il primo luglio scorso, a causare la morte di Roberta Smargiassi, 34enne, vastese, moglie di Fabio Di Lello. Secondo la ricostruzione, la giovane sul suo scooter Yamaha Sh650 si scontrò con una Fiat Punto guidata da Italo D’Elisa, all’incrocio tra Corso Mazzini e Via Giulio Cesare, a Vasto. Dopo l’impatto la ragazza si schiantò contro il semaforo che regolava l’incrocio, ricadendo pesantemente sull’asfalto. Morì in ospedale dopo il ricovero. L’impatto con la moto, mandò la Punto contro un’altra auto in transito. Sul posto intervennero carabinieri e vigili del Fuoco del comando di Vasto, insieme ai medici del 118. I guidatori delle due autovetture furono sottoposti a vari accertamenti nell’ambito dell’inchiesta seguita e ancora in corso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!