Nell’hotel ritrovate 6 persone vive

L'hotel prima e dopo la valanga

L’hotel prima e dopo la valanga

Ci sono sei persone vive all’hotel Rigopiano. Gli uomini del soccorso li hanno individuati nella zona delle cucine ma non ancora estratti. I pompieri hanno individuato i sopravvissuti sotto un solaio e ci stanno parlando. Il primo contatto con i sei è stato poco dopo le 11. Due elicotteri, uno della Guardia costiera con a bordo personale del 118 e uno dei Vigili del fuoco stanno sorvolando la zona dell’hotel in attesa che da terra diano indicazioni per far scendere i medici e dare soccorso ai sei superstiti. E’ probabile che i sopravvissuti, dopo la primissima assistenza, siano trasferiti in ospedale con gli stessi elicotteri.
Nella struttura c’erano circa 35 persone: tre cadaveri sono già stati recuperati, un quarto è stato individuato. Tra i dispersi anche alcuni bambini. Il sindaco: “Le speranze di trovare persone in vita si riducono di ora in ora”. I soccorritori: “I cani non rilevano segnali”.
Subito i primi due superstiti. Fabio Salzetta, il tuttofare dell’albergo, deve la vita al cemento armato del locale caldaia; Giampiero Parete, invece, al mal di testa della moglie, che sta ancora sotto le macerie insieme ai figli di 6 e 8 anni. Alle 17.40, dieci minuti dopo la slavina, Giampiero aveva già capito tutto: “E’ caduto l’albergo”, ha scritto in un sms al suo datore di lavoro. “Ho sentito rumori e scricchiolii. Poi ho visto la montagna cadere addosso all’edificio”. Dopo le scosse di terremoto della mattina, tutti avevano deciso di lasciare l’albergo: avevano pagato ed avevano raggiunto la hall, pronti per ripartire non appena sarebbe arrivato lo spazzaneve. Ma lo spazzaneve non è mai arrivato. Purtroppo per liberare le strade dal muro di neve ci sono volute ore. I primi a raggiungere la zona, mercoledì notte, sono stati gli uomini del soccorso alpino, con le pelli di foca sotto gli sci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!