Ferrara: coppia uccisa in casa dal figlio

Svolta  nell’inchiesta sul duplice omicidio  di Pontelangorino, paese di mille abitanti, nel Ferrarese di cui sono rimasti vittime un uomo di 59 anni, Salvatore Vincelli, e sua moglie di 45, Nunzia Di Gianni. Nella notte il figlio della coppia, Riccardo Vincelli, 16 anni, e un suo amico sono stati portati alla Caserma di Comacchio dove dopo un lungo interrogatorio sono stati fermati e hanno confessato consentendo ai Carabinieri di trovare l’arma del delitto. L’ascia con la quale sono stati massacrati i coniugi,  martedì scorso, nella casa di via Fronte Primo Tronco 100/A, e i vestiti insanguinati dei due adolescenti. Erano in un corso d’acqua in una frazione vicina. Contestata a entrambi gli adolescenti aggravante della premeditazione.

Le vittime sono i titolari del ristorante “La Greppia” di San Giuseppe di Comacchio. Oltre al 16enne che ha scoperto i cadaveri, la coppia ha anche un altro figlio che vive e studia a Torino. I carabinieri hanno già ascoltato amici e conoscenti del 16enne per verificare i suoi movimenti: i militari hanno accertato che martedì il giovane non è andato a scuola, e che lunedì sera ha dormito da un amico, pranzando poi da lui prima di tornare a casa trovando i genitori uccisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!