C’è anche l’ex parlamentare del Pdl, Amedeo Laboccetta tra gli arrestati dalla Procura di Roma in una operazione su una associazione per delinquere transnazionale che riciclava in tutto il mondo i proventi del mancato pagamento delle imposte sul gioco on-line e sulle video-lottery. In manette anche l’imprenditore Francesco Corallo. Amedeo Laboccetta è stato parlamentare e coordinatore cittadino del Pdl a Napoli. Nel novembre del 2011 era stato lui quest’ultimo a opporsi al sequestro di un computer di Francesco Corallo, sostenendo che si trattava di un pc con materiali inerenti la sua attività di parlamentare.

L’indagine sul riciclaggio e le slot machine è coordinata dal procuratore Giuseppe Pignatone, dall’aggiunto Michele Prestipino e dal pm Barbara Sargenti, sulla base delle indagini dello Scico. L’ordinanza è firmata dal gip Simonetta D’Alessandro. Gli investigatori delle fiamme gialle hanno passato al setaccio società off-shore e conti correnti in paradisi fiscali, di tutto pur di ricostruire contabilità ed evasione fiscali. Soldi che vanno dalla Gran Bretagna a Shanghai, da Saint Maarten a Curaçao, da Santa Lucia a Saint Maarten.