Javier Echevarria

E’ morto il prelato dell’Opus Dei, vescovo Javier Echevarria. Aveva 84 anni e da giorni era ricoverato nel policlinico Campus Bio-medico per un’infezione polmonare.
Il vicario ausiliare della prelatura, Monsignor Fernando Ocariz, ha potuto amministrargli gli ultimi sacramenti proprio questa sera. Il prelato era stato ricoverato lo scorso 5 dicembre nel policlinico dell’Università Campus Bio-Medico di Roma a causa di una lieve infezione polmonare. Echevarria era sotto cura antibiotica per contrastare l’infezione. Il quadro clinico si è complicato nelle ultime ore provocando una insufficienza respiratoria, che ha provocato il decesso.
Come prevede il diritto della prelatura, il governo ordinario dell’istituzione ricade ora sul vicario ausiliare e generale. Secondo gli statuti, a lui compete convocare entro un mese un congresso elettorale che elegga il nuovo prelato. Il congresso si dovrà celebrare entro 3 mesi. L’elezione dovrà poi essere confermata dal Papa.
Javier Echevarría Rodríguez è nato a Madrid, 14 giugno 1932. E’ stato un vescovo cattolico spagnolo, e prelato dell’Opus Dei. Laureato in giurisprudenza e in diritto canonico, è ordinato sacerdote il 7 agosto 1955. Dai primi anni cinquanta è stato, insieme a mons. Alvaro del Portillo, uno dei più stretti collaboratori di Josemaría Escrivá de Balaguer e suo segretario fin dal 1953.
Quando, nel 1975, Alvaro del Portillo è succeduto a Josemaría Escrivá, diviene segretario generale dell’Opus Dei e successivamente, nel 1982, è vicario generale. Nel 1994 è nominato da papa Giovanni Paolo II prelato dell’Opus Dei ed è ordinato vescovo a San Pietro il 6 gennaio 1995. Dal 1981 è consultore della Congregazione per le Cause dei Santi, del Supremo tribunale della Segnatura apostolica e dal 1995 della Congregazione per il Clero.
Il 18 settembre 2012 è nominato padre sinodale della XIII Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi. Il 12 dicembre 2014 nomina vicario ausiliare della prelatura dell’Opus Dei mons. Fernando Ocáriz, sino a quel momento vicario generale della prelatura, e, al posto di mons. Ocáriz, nomina vicario generale mons. Mariano Fazio, sino a quel momento vicario regionale per l’Argentina.