Roberto Bardella, l’italiano ucciso

Un italiano che era in Brasile è stato assassinato a Rio de Janeiro dopo essere entrato per sbaglio a Morro dos Prazeres, una ‘favela’ nel centro della metropoli carioca. Secondo i media locali si tratta di Roberto Bardella. In base a una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo percorreva in moto la baraccopoli, considerata “pacificata” dalle forze dell’ordine, insieme a un altro italiano, suo cugino Rino Polato, 59 anni, di Jesolo. I due turisti sarebbero entrati senza volere con le moto in un’area ancora controllata dai trafficanti, che avrebbero iniziato a sparargli contro. Bardella sarebbe morto sul colpo, raggiunto alla testa da un proiettile, mentre Polato, bloccato dai banditi e derubato, sarebbe stato poi rilasciato e ritrovato dalle forze dell’ordine in evidente stato di shock.
Gli agenti sono intervenuti a seguito di una segnalazione dei residenti. Il corpo del primo italiano è  stato trovato in via Candido de Oliveira. Il secondo, illeso, è stato poi localizzato in una strada poco distante.