Un’alleanza nel nome del gusto. Così può definirsi la partnership nata tra Cairo e Comunica, la casa editrice che da 22 anni firma ilGolosario, best seller che raccoglie le cose buone d’Italia e che nell’edizione 2017 è già tra i primi libri di cucina e vini venduti su Amazon. Un punto di riferimento per i gourmet più appassionati, che ha dato il nome anche alla collana di libri dedicati al mondo del food proposta da Cairo Editore e diretta da Paolo Massobrio, giornalista autore de ilGolosario e patron della rassegna Golosaria.
Due, ad oggi, i volumi realizzati in coedizione con cui la collana “I Libri del Golosario” si affaccia sul mercato nel 2017: “Avanzi d’autore”, dedicato alla cucina senza sprechi e “Cucinare i Sapori d’Italia”, incentrato sui territori e le stagioni, entrambi firmati da Massobrio e dalla maestra di cucina Giovanna Ruo Berchera.
Il primo è un manuale che insegna a stare a tavola con gusto e senza sprechi attraverso 120 ricette. Una guida pratica per fare una buona spesa, conservare gli alimenti e cuocerli, corredata da un ricettario diviso per mesi con anche 12 ricette originali di grandi chef italiani. Ogni mese si apre con il racconto del professore della Scuola Internazionale di Cucina Italiana Andrea Sinigaglia e con i prodotti che più si hanno in quel periodo, che vengono poi impiegati per realizzare antipasti, primi, secondi, piatti unici, contorni, dolci e conserve all’insegna del gusto, della salute e soprattutto contro lo spreco. Segue un’appendice con gli utensili e gli elettrodomestici per lavorare bene in cucina e un glossario di alcuni termini impiegati nel testo. In chiusura gli indici: uno per portata e uno per tipologia di prodotto.
“Cucinare i Sapori d’Italia” è invece una guida alla scoperta dell’Italia del gusto attraverso i migliori prodotti tipici italiani e 170 ricette. Dopo i consigli per l’organizzazione della dispensa e delle tecniche di cottura, seguono i capitoli corrispondenti alle 21 regioni italiane. Ogni regione presenta un’introduzione di Paolo Massobrio con la segnalazione dei luoghi e dei prodotti che più lo hanno colpito dal punto di vista del gusto, seguita dalla descrizione dei prodotti che in quella regione sono stati presi come punto di riferimento per le ricette, quindi dalle ricette di Giovanna Ruo Berchera con l’abbinamento di un vino scelto tra le cantine regionali. Poi gli indirizzi dei produttori citati, tutti tratti da Il Golosario, la guida alle cose buone d’Italia di Paolo Massobrio e un breve glossario dei termini di cucina impiegati nel testo. A chiusura due indici delle ricette: uno per portata e uno alfabetico.
A breve altri titoli dedicati alle tendenze del gusto.