Ancora aumenti sulla rete carburanti italiana. Con i mercati internazionali dei prodotti petroliferi all’insegna della stabilità per la seconda seduta di fila, infatti, a spingere i listini la mossa oggi di Eni, che ha ritoccato all’insù i prezzi raccomandati di benzina e diesel di 1 cent, e TotalErg, intervenuta sui due carburanti con rialzi di 0,5 cent. Per entrambe le compagnie si tratta del secondo movimento verso l’alto questa settimana, dopo quello messo a segno martedì.
Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia e Staffetta Quotidiana dei dati comunicati dall’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della verde è pari a 1,468 euro/litro (+0,3 cent, pompe bianche 1,447). Per il gasolio si rileva invece un prezzo medio pari a 1,316 euro/litro (+0,3 cent, pompe bianche 1,296).
Il Gpl, infine, registra una media di 0,563 euro/litro (+0,1 cent, pompe bianche 0,549) mentre il metano è a 0,975 euro/kg (invariato, pompe bianche 0,964).