siviglia-ferito-juventinoInizia come peggio non si poteva la trasferta della Juventus a Siviglia, per la decisiva gara di Champions League di stasera. Nella tarda serata di ieri si sono verificati violenti scontri tra ultrà sivigliani e juventini, nel centro della città andalusa. Secondo quanto riportato dal quotidiano locale “El Desmarque”, ci sarebbero numerosi italiani feriti, uno dei quali verserebbe in condizioni abbastanza gravi. Sempre stando alle cronache spagnole, un gruppo di tifosi italiani, intorno alle 23, si trovava a cena alla “Taberna El Papelón”, all’angolo tra le vie de Reyes Católicos e Santas Patronas, nel pieno centro cittadino.

A un certo punto, al grido di “Hooligans Sevilla”, sono arrivati un gruppo 40 di ultrà locali, con l’intenzione di affrontarli. Ne è nata una rissa violentissima, che ha provocato vari feriti tra gli juventini, uno dei quali, colpito con un’arma da taglio, sarebbe in condizioni gravi e in attesa di evoluzioni sul suo quadro clinico dopo essere stato ricoverato d’urgenza in ospedale. Durante gli scontri, che hanno praticamente devastato il locale, è volato di tutto, da piatti e bicchieri a sedie ed ombrelloni. La polizia ha interrogato numerosi testimoni e sta indagando sull’accaduto.

Anche due settimane fa, in occasione dell’arrivo dei tifosi della Dinamo Zagabria a Siviglia, si erano vissuti momenti di grande tensione. E la gara con la Juventus, che richiamerà circa 1.700 tifosi bianconeri, era già considerata ad alto rischio, tanto che è previsto il dispiegamento di 800 poliziotti