EsplosioneUn forte boato e un grande fumo. Intorno alle 20,30 un’esplosione ha squarciato la serata di Bagno a Ripoli, alla periferia di Firenze, facendo crollare una palazzina in via Villamagna abitata da componenti di una stessa famiglia. Il bilancio è di una vittima e tre feriti. Secondo una prima ricostruzione la causa sarebbe da ricercarsi in una fuga di gas. Sul luogo sono accorsi subito i mezzi di soccorso. «La protezione civile della Città Metropolitana è già sul luogo del crollo», ha twittato il sindaco di Firenze Dario Nardella. I soccorsi sono proseguiti fino a tarda notte. Il padre, Roberto Mantione, e le due figlie Gemma e Cristal, di 7 e 10 anni, hanno riportato gravi ustioni. Una delle due piccole sarebbe uscita da sola dalle macerie. Attorno alle 2, i vigili del fuoco hanno estratto il corpo senza vita della madre, Valentina Auciello.

L’uomo, titolare di un negozio di animali, è stato trasportato all’ospedale di Careggi; le due piccole sono ricoverate al pediatrico Meyer; una delle bimbe è stata sottoposta a un intervento chirurgico. «I soccorsi sono stati immediati ma è come se fosse un terremoto», ha detto Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli. «Anche le case vicine potrebbero essere lesionate».