LOS ANGELES, CA - FEBRUARY 06: Bob Dylan speaks onstage at the 25th anniversary MusiCares 2015 Person Of The Year Gala honoring Bob Dylan at the Los Angeles Convention Center on February 6, 2015 in Los Angeles, California. The annual benefit raises critical funds for MusiCares' Emergency Financial Assistance and Addiction Recovery programs. For more information visit musicares.org. (Photo by Kevin Mazur/WireImage)

Bob Dylan non ritirerà il premio Nobel per la Letteratura. Il cantautore premiato dall’Accademia per aver «creato una nuova poetica espressiva all’interno della grande tradizione canora americana» ha inviato una lettera all’Accademia dei notabili svedesi annunciando che «avrebbe voluto ricevere il premio di persona, ma altri impegni gli rendono purtroppo impossibile presenziare». Nella lettera Bob Dylan ha sottolineato di essere estremamente onorato da questo premio Nobel. «Che i vincitori di un premio Nobel decidano di non partecipare alla cerimonia» scrive l’Accademia «è insolito, ma non è un caso eccezionale. Nel recente passato , molti premiati – per vari motivi – non sono riusciti a venire a Stoccolma per ricevere il premio, tra questi Doris Lessing, Harold Pinter e Elfriede Jelinek. Il premio appartiene comunque a loro. Come a Bob Dylan». Nel comunicato, si legge poi, che il cantautore dovrà comunque tenere la sua lezione magistrale di un’ora entro sei mesi a partire dal 10 dicembre, l’unico requisito chiesto dall’Accademia.
Dopo l’annuncio, il 13 ottobre scorso, che aveva sorpreso tutti , Bob Dylan non aveva fatto cenno al riconoscimento assegnatogli, nemmeno nel concerto tenuto la sera stessa a Las Vegas. Nessun commento e nessuna telefonata all’Accademia: il cantautore aveva lasciato passare giorni prima di decidere di accettare il premio. Cosa fatta circa una quindicina di giorni dopo, quando ne aveva parlato in un’intervista esclusiva al Daily Telegraph, in cui aveva definito la notizia «difficile da credere, emozionante e incredibile». Bob Dylan, il cui vero nome è Robert Allen Zimmerman, 75 anni, è uno dei più influenti cantautori della storia della musica. È il primo compositore a ottenere il prestigioso riconoscimento. E il suo nome nell’albo dei vincitori del premio Nobel ha spiazzato tutti: i circoli letterari scommettevano, infatti, su scrittori come Salman Rushdie, Adonis o Ngugi wa Thiongo.