Auto Polizia

l cadavere di una donna è stato rinvenuto nell’abitazione in cui viveva, a Palese, periferia nord di Bari. La vittima aveva 71 anni. Il cadavere, trovato nel soggiorno della casa, aveva la testa infilata in una busta di plastica sigillata con del nastro adesivo e le mani sporche di sangue. La signora, vedova, viveva da sola in una villetta sul lungomare Lorusso. Gli agenti della squadra mobile della questura di Bari non hanno riscontrato segni di effrazione sulla porta d’ingresso dell’abitazione. Gli investigatori ritengono che si tratti di omicidio: la pista più probabile è quella di una rapina finita in tragedia.

La donna è morta sicuramente dopo mezzogiorno. A dare l’allarme e chiamare la polizia è stata la figlia della signora, che aveva parlato con lei al telefono in mattinata ma che da mezzogiorno in poi non è più riuscita a mettersi in contatto con la mamma. Dalla casa sembra apparentemente che non manchi nulla e non risultano, stando alla prima ispezione del luogo, segni di effrazione. Il corpo senza vita della donna è stato trovato sul pavimento del salotto. Sopralluogo del magistrato di turno Luciana Silvestris che non esclude nessuna pista d’indagine.