Dunald Trump

Dunald Trump

Donald Trump è il nuovo Presidente degli Stati Uniti. Forse a sorpresa, il discusso miliardario ha fatto breccia nell’America profonda, quella lontana dalle luci di New York e dagli artisti multimilionari cari alla Clinton. Mentre sulla west coast le operazioni di voto sono ancora in corso, da molti Stati del midwest e della costa orientale sono già arrivati i risultati. Il tycoon newyorkese è ora a un passo da quota 270 grandi elettori, “numero magico” che regala la presidenza degli Stati Uniti.
Secondo l’agenzia di stampa Ap, Donald Trump ha vinto in Pennsylvania, conquistando i suoi 20 grandi elettori e assicurandosi così i voti necessari per essere nominato presidente degli Stati Uniti. Secondo la Cnn, il tycoon ha conquistato anche i 3 grandi elettori dell’Alaska.
E con la vittoria in Pennsylvania, i repubblicani, secondo i media americani, riescono a mantenere il controllo del Senato mentre sempre ai Repubblicani resta il controllo della Camera.
La notizia della vittoria di Trump ha provocato una caduta dei mercati finanziari. la Borsa di Hong Kong dopo un’apertura in rialzo, con un guadagno di oltre 100 punti,è scivolata di oltre 600 punti, pari al 3%, con l’arrivo delle notizie di una sempre più probabile vittoria di Donald Trump alle elezioni americane. A mezzogiorno il crollo era di 646 punti, pari al 2,82%.
Situazione simile a Tokyo, dove la Borsa perde il 5,45% con l’indice Nikkei 225 che scivola a 16262 punti.
Male anche gli indicatori che arrivano dagli Usa con i future S&P 500 che cedono oltre il 4%, così come segnali di apertura in calo per i mercati che si aprono tra poco giungono dai future targati Dax e Ftse 100 che perdono oltre il 4%.

Hillary Clinton ha riconosciuto la sconfitta e ha chiamato Trump. “Per repubblicani e democratici è arrivato il tempo dell’unione. Dobbiamo collaborare, lavorare insieme e riunire la nostra grande nazione. Ho appena ricevuto le congratulazioni di Hillary Clinton e io mi congratulo con lei. La nostra non è stata una campagna elettorale, ma un grande movimento”, ha detto Trump nel suo primo discorso dopo i risultati. Emozionato, è salito sul palco con la famiglia al completo, Melania, la nuova First Lady vestita di bianco, e tutti i figli. Come colonna sonora la musica di Independence Day. “Prometto che sarò il presidente di tutti gli americani”. E una promessa. “I dimenticati di questo Paese, da oggi non lo saranno più”.