Migranti:calciatrice nazionale Gambia annega in Mediterraneo Fatim JawaraFatim Jawara era una calciatrice. Così forte da meritarsi il ruolo di portiere della nazionale femminile del Gambia. Aveva 19 anni ed era partita dalla Libia a bordo di un barcone per raggiungere l’Europa. Ma non ce l’ha fatta. A dare la notizia della sua morte nel Mediterraneo è stata la Federazione gioco calcio del suo Paese africano.Il portavoce Bakary B. Baldeh ha detto che, secondo le informazioni in suo possesso, la ragazza è annegata in acque libiche nel mese di ottobre. Non ci sono finora altri dettagli salvo il fatto che «potrebbe essere stata sepolta là (in Libia)». Jawara faceva parte della squadra under 17 che partecipò alla Coppa del Mondo in Azerbaijan nel 2012.

La ragazza sperava di poter iniziare in Europa una carriera da professionista, ha riferito l’agenzia spagnola Efecitando fonti della federazione di calcio gambiana. Era una persona «molto gioviale e aperta» e una giocatrice «competitiva, sempre determinata a spingere verso la vittoria la sua squadra», ha detto la coordinatrice della nazionale della Gambia Siney Sissoko: «Abbiamo perso una atleta con molto talento».