Il fatturato pubblicitario della stampa italiana  registra nel periodo gennaio-settembre un calo del -5,2%. Lo dicono i dati dell’Osservatorio Stampa Fcp relativi al 2016 e raffrontati con i corrispettivi 2015. In particolare i quotidiani nel loro complesso registrano un andamento negativo a fatturato -6,0% e positivo a spazio +0,2%. L’Osservatorio Stampa FCP comunica i dati relativi al periodo Gennaio-Settembre 2016 raffrontati con i corrispettivi 2015. Il fatturato pubblicitario del mezzo stampa in generale registra un calo del -5,2%.

Le singole tipologie segnano rispettivamente:

La tipologia Commerciale nazionale ha evidenziato -5,7% a fatturato e +6,2% a spazio.
La pubblicità Commerciale locale -2,7% a fatturato e -0,8% a spazio.
La tipologia Legale ha segnato -9,5% a fatturato e +2,9% a spazio.
La tipologia Finanziaria ha segnato -14,1% a fatturato e +2,2% a spazio
La tipologia Classified ha segnato -8,9% a fatturato e -12,3% a spazio.
I periodici segnano un calo a fatturato del -3,8% e un aumento a spazio del +1,9%.
I settimanali registrano un andamento negativo a fatturato del -4,9% e positivo a spazio +4,4%.
I mensili segnano un andamento negativo a fatturato -0,3% e positivo a spazio +1,9%.
Le altre periodicità registrano -21,3% a fatturato e -18,0% a spazio.