Lorenzo Cagnoni e Matteo Marzotto, firmano l'atto che ha dato vita a IEG

Lorenzo Cagnoni e Matteo Marzotto, firmano l’atto che ha dato vita a IEG

119 milioni di euro di fatturato, 160 tra eventi fieristici e congressuali, 100 milioni di patrimonio netto, oltre 270 dipendenti. Sono i numeri di Italian Exhibition Group (Ieg) il nuovo polo fieristico nato oggi dall’integrazione delle Fiere di Rimini e Vicenza. Si tratta del primo soggetto in Italia per numero di manifestazioni direttamente organizzate e del secondo polo fieristico dopo Milano.
“Questa integrazione è frutto  di una strategia prospettica tra due Fiere, Rimini e Vicenza, che è stata fatta per sempre meglio competere sul mercato nazionale e su quelli internazionali” ha detto Lorenzo Cagnoni, già  presidente di Rimini Fiera e ora numero uno di Ieg che ha sottolineato come tra le due Fiere sia stata raggiunta un’intesa in grado di sviluppare al massimo il sistema delle sinergie. La nuova società vede come soci Rimini Fiera con l’81% del capitale e Fiera di Vicenza con il 19. Lorenzo Cagnoni ne è presidente e amministratore delegato, mentre vice presidente è stato nominato Matteo Marzotto, già presidente della Fiera vicentina. Nell’immediato futuro, forse già entro novembre, Ieg effettuerà l’acquisizione di due nuove manifestazioni del comparto food, mentre entro la primavera del 2018 verrà quotata in Borsa.
Sono inoltre previsti investimenti sia per ampliare i quartieri fieristici di Rimini, dove avrà sede il nuovo polo, sia quello di Vicenza, mentre specifici fondi verranno destinati all’acquisizione di nuovi prodotti fieristici.