Bob Dylan

Il premio Nobel per la letteratura 2016 è andato a Bob Dylan “per aver creato una nuova espressione poetica nell’ambito della grande tradizione della musica americana”.
Dylan ha conquistato il Premio Nobel per la Letteratura 2016 a vent’anni esatti dalla prima candidatura. Nel settembre 1996 il menestrello del rock fu indicato all’Accademia Reale Svedese come meritevole del prestigioso riconoscimento dal professore Gordon Ball, docente di letteratura dell’Università della Virginia.l.
Dopo 23 anni, l’Accademia Reale Svedese ha premiato un autore statunitense (l’ultimo fu la scrittrice afroamericana Toni Morrison nel 1993).
In effeti Dylan oltre che di canzoni è anche autore di un libro critto tra il 1965 e il 1966 e pubblicato nel 1971, “Tarantula” un’opera composita che raccoglie versi, apologhi, giochi di parole, parabole, mostrando gusto del nonsense e saggezza zen. Un’opera pensata, strutturata e agita con la deliberata intenzione di sfidare la lingua scritta e di condurla ai limiti estremi dell’ambiguità fonetica e del senso. I suoi temi sono l’America del dopo Kennedy, l’estasi e l’ossessione del sesso, la violenza del mondo e dei rapporti umani, la guerra del Vietnam e, al di sopra di tutto, la salvezza promessa dalla musica. In questa nuova edizione la prima traduzione italiana è stata interamente rivista, e innumerevoli livelli di significato sono stati portati per la prima volta alla luce. La “Guida alla lettura” che conclude il volume permette di esplorare un testo affascinante e ancora tutto da scoprire.