Una banda specializzata nelle truffe a danno degli anziani è stata sgominata dai carabinieri di Napoli e Bologna. I malviventi contattavano telefonicamente le vittime spacciandosi come avvocati ed assicuratori e paventando il rischio del carcere per un parente dell’anziano, evitabile solo dietro il pagamento immediato di una somma, qualificata per premio assicurativo.

Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Bologna all’esito di un’indagine condotta dai militari dell’Arma coordinati dalla locale Procura, è stata eseguita insieme ad una serie di perquisizioni domiciliari, tutte in provincia di Napoli dove risiedono gli autori delle truffe, perpetrate nei mesi scorsi a Bologna e provincia e in altre città d’Italia.

Nell’ambito dell’indagine, denominata ‘Avvoltoio‘, i carabinieri hanno accertato che il gruppo di criminali aveva un metodo consolidato per raggirare persone anziane e sole.  Tra gli altri metodi, usavano presentarsi anche come ‘maresciallo dei carabinieri’, figura che rassicurava gli anziani e li induceva ad affidare loro denaro o preziosi.