usa-sparatoria-in-scuolaPaura in South Carolina, dove un 14enne armato è entrato in una scuola elementare durante le lezioni e ha cominciato a sparare anche contro i bambini. Alla fine si contano tre feriti: due alunni e un insegnante. Il giovane assalitore è stato arrestato dalla polizia: stando a quanto emerso prima di aprire il fuoco nella scuola, avrebbe ucciso il padre. Appena diffusa la notizia della sparatoria, per alcuni momenti l’America ha rivissuto l’incubo della strage di Sandy Hook, la scuola elementare di Newtown, in Connecticut, dove nel 2012 per mano di un ventenne, Adam Lanza, morirono 20 bimbi e sei adulti. Una delle stragi più terribili della storia degli Stati Uniti.

Ancora da chiarire il movente e la dinamica dell’ennesima sparatoria. La polizia sta indagando e nessun dettaglio su quanto accaduto è stato rilasciato. Il tutto è poi condito da un giallo: il ritrovamento del cadavere di un uomo nelle vicinanze dell’istituto. Potrebbe trattarsi del padre del teenager: le autorità locali hanno fatto sapere infatti che il 14enne, prima di aprire il fuoco nella scuola, avrebbe ucciso il genitore. Non si sa se il ragazzo armato abbia aperto il fuoco a caso oppure se avesse un obiettivo ben preciso. I due bimbi rimasti feriti non sarebbero comunque in fin di vita. Insieme all’insegnante sono stati trasportati in ospedale in elicottero.

Immediato l’intervento della polizia, comprese le teste di cuoio, con la scuola prima messa in “lockdown” e poi evacuata. I bambini sono stati trasportati con un bus nei locali di una vicina chiesa dove sono stati consegnati ai genitori. Sono circa 280 gli alunni che frequentano la Townville Elementary School, più 30 persone tra personale docente e impiegati. Si tratta di un’area a carattere rurale all’estremo ovest della South Carolina, non distante dall’autostrada che collega le città di Charlotte e di Atlanta. L’allarme è cessato quando gli investigatori, una volta compiuto l’arresto dell’adolescente, hanno assicurato che non c’era più nessuna persona in fuga o ricercata.