tumori-tra-donneOggi al cancro si sopravvive in percentuali sempre maggiori, tuttavia una  tendenza preoccupante sta emergendo: aumentano i nuovi casi fra le donne. E’ quanto emerge dalla presentazione oggi a Roma della ricerca “In numeri del cancro in Italia 2016”. Secondo il ministro della Salute Beatrice Lorenzin sono tre milioni gli italiani che hanno sconfitto il tumore. In genere si guarisce di più dal tumore, ma in questo caso la distinzione tra i sessi fa la differenza. Aumentano i nuovi casi fra le donne, toccando quota 176.200 nel 2016, contro i 168.900 del 2015. Per gli uomini invece il discorso è opposto 189.600 diagnosi con un calo del 2,5% in dodici mesi. Carmine Pinto, presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica.

“In parte per il polmone, perché per il polmone c’è un po’ un dualismo tra un miglioramento di incidenze e mortalità nell’uomo. E purtroppo questo non avviene ancora nelle donne, dove abbiamo 2mila morti in più per cancro del polmone rispetto al 2014; e questo è soprattutto legato al fumo delle sigarette, a cui le donne non hanno ancora rinunciato come è avvenuto nel sesso maschile”. Nel 2016 sono stimate complessivamente più  di 365.000 nuove diagnosi di cancro: la neoplasia piu’ frequente è quella del colon-retto (52.000), seguita da seno (50.000), polmone (41.000), prostata (35.000) e vescica (26.600). E come per molte altre malattie la prevenzione è fondamentale. I  tumori della prostata e del seno, se diagnosticati ad uno stadio precoce, fanno registrare un sopravvivenza del 90% a cinque anni. Al Sud però si fanno meno screening e questo comporta un tasso di sopravvivenza più basso in alcuni casi rispetto al Nord.