polizia_francese_xinTerribile episodio di violenza di gruppo a Champ de Mars, uno dei più bei giardini pubblici nel centro di Parigi. Vittima una giovane donna, attirata sul posto da una persona conosciuta su Facebook. Come scrive ‘Le Parisien’ il fatto è avvenuto la notte tra domenica e lunedì, ma è stato reso noto solo oggi. Gli ufficiali del 3 DPJ (Distretto di polizia giudiziaria), a cui l’ufficio del procuratore di Parigi ha affidato l’indagine, sono alla ricerca degli autori dello stupro che sarebbero partiti per la Germania.

Secondo una prima ricostruzione, la ragazza – andata via di casa dopo un litigio con la madre – per alcuni giorni si è scambiata messaggi amichevoli con un uomo su Facebook. Quindi domenica hanno deciso di incontrarsi. Un appuntamento “finito la sera sul Champ de Mars” a “bere coca-cola, mangiare fragole e uva”. Alle cinque del mattino è scatta la trappola. In quattro, tutti 20enni, alcuni noti alla polizia, l’hanno trascinata in un boschetto dove è iniziata la violenza. Uno stupro che, stando ai primi elementi dell’inchiesta, era premeditato visto che tra gli alberi erano state già sistemate delle coperte.

Fortunatamente una coppia canadese che faceva jogging ha sentito delle urla e ha messo fine al calvario, facendo fuggire gli aggressori e chiamando i soccorsi. “Senza di loro, non so se avremmo trovato la ragazza viva”, ha rivelato una fonte vicina al dossier, spiegando che la ragazza era “stordita, parzialmente nuda e piangeva. I suoi stupratori l’avevano colpita, imbavagliata e minacciata di morte”.