missile in giapponeLa Corea del Nord ha lanciato tre missili balistici verso il mar del Giappone. Lo ha denunciato un portavoce del ministero sudcoreano della Difesa, senza specificare il tipo dei missili né la distanza a cui sono arrivati. Il lancio avviene nel giorno conclusivo del G20 in corso in Cina. La nuova provocazione di Pyongyang non mancherà di essere discussa dai partecipanti, fra cui figurano Stati Uniti, Corea del Sud, Russia e Giappone. La tensione con Pyongyang è salita a partire dal test nucleare nordcoreano del 6 gennaio e si è mantenuta con un susseguirsi di test missilistici da parte del regime di Kim Jong Un. In agosto Pyongyang ha effettuato un test di lancio di missile balistico da un sottomarino.

Il 5 agosto un paio di missili balistici erano stati sganciati dalla costa nordorientale dell’impenetrabile Paese e uno di questi era finito nelle acque territoriali del Giappone. Altro lancio a metà luglio, quando tre missili vennero lanciati dalla Corea del Nord fino a 500-600 chilometri di distanza, anche quella volta destinati a cadere nelle acque del mar del Giappone e dunque senza causare danni diretti. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite alla fine di agosto ha definito i test nordcoreani “gravi violazioni” delle risoluzioni che impongono al paese comunista di non effettuarli.