mostra veneziaL’inizio del primo weekend della Mostra di Venezia unisce alta moda e cazzotti. Oggi è previsto infatti un atteso ritorno in laguna, quello dello stilista Tom Ford, che porterà in concorso la sua opera seconda da regista ‘Nocturnal Animals’, dopo l’esordio di ‘A Single Man’, presentato nel 2009 sempre a Venezia. Anche questa volta il suo red carpet sarà uno dei più attenzionati e fotografati della mostra, anche per la presenza di un cast che vanta tra i protagonistiAmy Adams (che fa la ‘doppietta’, dopo ‘Arrival’ di ieri) e Jake Gyllenhaal. Belen arriva in ritardo, ‘rimbalzata’ sul red carpet di Fassbender-Vikander Lo stilista propone un adattamento cinematografico del romanzo ‘Tony and Susan’ di Austin Wright dove il tempo si fonde con lo spazio e un libro inscena storie così reali da sembrare vere. La prima parte è incentrata su una donna di nome Susan (Amy Adams) che riceve un manoscritto dal suo ex marito, da cui si era separata vent’anni prima. La seconda parte racconta la storia contenuta nel manoscritto, intitolato appunto ‘Nocturnal Animals’, che riguarda le tragiche disavventure di un uomo in vacanza con la famiglia, Tony (Jake Gyllenhaal).

Molto atteso ma fuori concorso un altro film americano, che attirerà decisamente l’attenzione mediatica: ‘The Bledder’ di Philippe Falardeau, che porterà al Lido e sul tappeto rosso due star del calibro Liev Schreiber e Naomi Watts, protagonisti della storia vera ma poco nota di Chuck Wepner, personaggio che ispirò la serie cinematografica di Rocky Balboa. Il 25 marzo 1975 ‘the bayonne bleeder’ affrontò Muhammad Ali in quello che è ricordato come uno dei più grandi incontri della storia dei pesi passimi. Il film ne ripercorre la biografia: un passato da marine nell’esercito Usa, un soprannome derivato da colpi ricevuti e ferite subite negli anni di combattimento, la tenacia che porta alla sconfitta solo al 15°round, la fama mai raggiunta e un’altra dolorosa battaglia.

Si torna alla moda e al glamour invece col la proiezione e il red carpet di ‘Franca: chaos and creation’ di Francesco Carrozzini, previsti alle 21 nella sezione del Cinema in Giardino. Il doc di Carrozzini propone un ritratto intenso ed emotivo della leggendaria redattrice capo di Vogue Italia, Franca Sozzani.

Il secondo film in concorso della giornata è invece un’opera prima: ‘El Cristo Ciego’ del regista cileno 31enne Christopher Murray, che racconta una storia di misticismo e fede e affronta il tema di una società afflitta dallanecessità di ritrovare qualcosa o qualcuno in cui credere. Al centro del racconto un uomo (Michael Silva) che crede di aver sperimentato una rivelazione divina nel deserto del Cile da bambino, un marchio a fuoco sulla sua esistenza. I vicini sono increduli e lo additano come il folle del paese, ‘el Cristo’. Una sera, un amico d’infanzia è coinvolto in un incidente in un remoto villaggio. Michael, appena appresa la notizia, intraprende un pellegrinaggio a piedi attraverso il deserto, convinto di poter curare l’amico con un miracolo.

Momento cult infine nella notte del Lido per gli amanti del genere horror, con la proiezione di ‘Dawn of the dead – European cut’, il film del 1978 di George A. Romero, che verrà presentato da due maestri del calibro di Dario Argento e Nicolas Winding Refn.