La villa dove è esploso un ordigno

La villa dove è esploso un ordigno

Un ordigno bellico è esploso nel garage di una casa di campagna a Monterenzio, nel Bolognese. Nello scoppio hanno perso la vita due persone: un 55enne italiano, proprietario dell’abitazione e una donna straniera, presumibilmente la compagna dell’uomo. Lo scoppio è avvenuto nel pomeriggio, intorno alle 15.40. A deflagrare un proiettile, residuato bellico, da 30 millimetri. Non sono stati registrati danni alla struttura della casa e a case vicine. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco e i Carabinieri, oltre agli artificieri.
L’ordigno esploso residuato bellico, uno di quelli che, in queste zone del Bolognese, attraversate dalla Linea Gotica, non sono infrequenti da trovare e spesso vengono collezionati dagli appassionati del genere. La struttura, nel cui garage è avvenuto lo scoppio, è la casa di campagna del 55enne, una seconda casa, di cui era titolare insieme alla famiglia. Nel garage sono stati ritrovati altri due ordigni bellici.