Lorenzo Cagnoni e Matteo Marzotto, presidenti delle due Fiere

Lorenzo Cagnoni e Matteo Marzotto, presidenti delle due Fiere

Sta per nascere un nuovo grande polo fieristico italiano attivo sia sul territorio nazionale che all’estero. Oggi i Consigli d’Amministrazione di Rimini Fiera e di Fiera di Vicenza hanno approvato il documento che formalmente dà il via all’integrazione tra i due poli fieristici, integrazione sulla quale le Assemblee dei Soci dovranno dare il loro assenso entro la fine dell’anno.  Il passo immediatamente successivo sarà la nomina del perito incaricato delle valutazioni. Il nuovo soggetto assumerà una denominazione ancora top secret.
Gli accordi raggiunti prevedono la conferma di Lorenzo Cagnoni, numero uno della Fiera romagnoa,  come Presidente e AD e l’ingresso di due membri espressi da Fiera di Vicenza in consiglio. Uno di questi sarà Matteo Marzotto che assumerà il ruolo di Vice Presidente.
“Il passaggio di oggi – dice il Presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni –  è particolarmente importante perché sono stati definiti i punti salienti dell’accordo, aprendo così la strada al primo esempio di integrazione nel sistema fieristico italiano”.
“Sono particolarmente soddisfatto” – dichiara il Presidente di Fiera di Vicenza, Matteo Marzotto – del risultato raggiunto, frutto di un grande lavoro di squadra, che dà il via ad un processo di fusione tra due grandi player di settore, che con questa operazione, cambieranno i paradigmi del sistema fieristico italiano, valorizzando un progetto industriale di grande levatura.”