Non indossavano le cinture di sicurezza e per questo non hanno diritto al pieno risarcimento. Così le compagnie di assicurazione ai parenti delle sette studentesse italiane in Spagna per i corsi Erasmus morte in un incidente stradale il 20 marzo scorso. Per questo i risarcimenti alle famiglie, che in Spagna sono già notevolmente inferiori rispetto a quelli normalmente riconosciuti in Italia, verranno decurtati del 25%, meno di 75mila euro a testa.