Il premier britannico David Cameron ha annunciato le proprie dimissioni a seguito della vittoria dei Si al referendum sull’uscita del Paese dall’Ue. In ottobre il nuovo rpimo ministrto.

Intanto è panico in Borsa. In Piazza Affari stanno facendo faticosamente prezzo quasi tutti i titoli e l’indice Ftse Mib cede l’11%. Mediolanum, Bper, Mps, Bpm e Banco popolare – congelate in asta di volatilità – segnano perdite teoriche superiori al 20%, con Intesa che agli scambi normali cede il 19% a 1,8 euro. Tra gli altri titoli Telecom perde il 14%, Generali e Fca segnano cali a due cifre.