Maurizio Martina

Maurizio Martina

Aria di rottamazioni all’interno del Pd. All’indomani della sconfitta alle amministrative Matteo Renzi corre ai ripari. E pensa anche a un profondo cambiamento degli assetti di segreteria. Secondo voci che stanno prendendo sempre più consitenza al Largo del Nazzareno (la sede nazionale del partito a Roma) ci sarnno partenze eccellenti e arrivi inattesi.
Dovrebbe lasciare Debora Serracchiani, la discussa vicesegretaria che si occuperebbe a tempo pieno della Regione Friuli Venezia Giulia di cui è presidente. In partenza anche Ernesto Carbone.
Per la nuova segreteria allargata Renzi avrebbe già in testa alcuni nomi. Per esempio il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina (per lui, vincitore a Milano con Beppe Sala, si pensa anche a un ruolo di vicesegretario unico), l’ex presidente dell’Emilia Romagna Vasco Errani, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Oltre ai fedelissimi renziani come Luca Lotti e Lorenzo Guerini che hanno ben lavorato.