silvio-berlusconi

Silvio Berlusconi

E’ iniziato questa stamattina alle 8 l’intervento al cuore di Silvio Berlusconi, ricoverato dallo scorso 7 giugno al San Raffaele di Milano in seguito a uno scompenso cardiaco. L’ex premier è operato da un’equipe guidata da Ottavio Alfieri, primario di cardiochirurgia,. Un intervento che il medico curante di Berlusconi, Alberto Zangrillo, ha definito nei giorni scorsi “necessario e inevitabile”, dopo che il leader di Forza Italia si era sentito male nella notte tra sabato 4 e domenica 5 giugno. Dopo l’intervento, che in casi analoghi dura in media quattro ore, il leader di Forza Italia dovrà rimanere uno o due giorni in terapia intensiva e avrà bisogno di circa un mese di riabilitazione. Per il dopo, il consiglio di Zangrillo all’ex premier è stato di “non ritornare a fare politica”.
“Sono naturalmente preoccupato – ha affermato oggi dall’ospedale Berlusconi, in una nota – Ma sono stato molto confortato dalle tantissime dimostrazioni di stima, di sostegno e di affetto che mi sono pervenute da ogni parte, anche dai cosiddetti avversari politici. Che bella un’Italia così, in cui tutti si vogliono bene! A tutti un grazie riconoscente e un abbraccio affettuoso”.