Dopo 17 ore e una notte di trattative, accordo fatto sulla vertenza Almaviva. La svolta è arrivata all’alba nel corso del tavolo ministeriale sulla crisi del call center: davanti alla viceministra Teresa Bellanova, azienda e sindacati hanno raggiunto un’intesa che prevede un nuovo contratto di solidarietà di sei mesi a partire da domani e scongiura i licenziamenti. all’invio delle lettere di licenziamento mancavano cinque giorni: oggi, infatti, scadevano i contratti di solidarietà in vigore da quattro anni, e il 5 giugno l’azienda avrebbe potuto iniziare ad allontanare dalle sue sedi un totale di 2.988 lavoratori: 1.670 a Palermo, 918 a Roma e 400 a Napoli. Ancora ieri pomeriggio i lavoratori hanno manifestato davanti al ministero dello Sviluppo economico, dove ieri pomeriggio era iniziata la trattativa – l’ultima – fra azienda, sindacati, rappresentanti degli enti locali e governo.