La voragine apertasi sul lungarno Torrigiani a Firenze, nei pressi di Ponte Vecchio, in pieno centro della città, 25 maggio 2016. ANSA / MAURIZIO DEGL'INNOCENTI

Una voragine di circa duecento metri e larga sette si è aperta nel pieno centro di Firenze sul Lungarno Torrigiani, tra Ponte Vecchio e Ponte alle Grazie. Il cedimento è avvenuto all’alba, attorno alle 6.30, e ha coinvolto una ventina di auto che erano in sosta. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco: non risultano persone coinvolte. A provocare il cedimento sarebbe stata la rottura di un grosso tubo dell’acqua.

La rottura del tubo, oltre a provocare il crollo, ha causato l’allagamento della voragine, sommergendo in parte le vetture cadute all’interno. Il Lungarno è stato chiuso al traffico. Vigili del fuoco, con polizia municipale e protezione civile sono al lavoro per evitare possibili altri crolli della strada. Sono in corso controlli nei palazzi che si affacciano sul Lungarno.

Il sindaco: “Danni pesantissimi” – “Nessun ferito, ma solo danni: danni pesantissimi”. Così il sindaco di Firenze Dario Nardella, dopo essersi recato sul luogo. “E’ una voragine molto seria”, ha aggiunto, spiegando inoltre come vigili del fuoco e genio civile non escludano che lo smottamento possa continuare.