simbolipartitiGli ultimi sondaggi ammessi prima delle elezioni amministrative del 5 e 19 giugno sono un chiaro indice delle tendenze di voto. Secondo quello di Emg sui risultati possibili nei quattro principali capoluoghi le sorprese potrebbero venire dai vallottaggi. E ci sarebbe la conferma di come il centrodestra proprio ai ballottaggi sarebbe penalizzato.

E’ il caso soprattutto di Milano dove la situazione è più fluida che mai: al primo turno abbiamo Parisi del centrodestra avanti col 36,5% delle preferenze contro il 36 di Sala, ma il candidato del centrosinistra avrebbe la meglio al ballottaggio per 51 a 49.

A Roma ci sono almeno tre candidati con speranze di accesso al ballottaggio: la 5 Stelle Raggi data al 28%, il Pd Giachetti al 24, la Meloni al 22 e Marchini al 17. Al ballottaggio, nella Capitale la Raggi vincerebbe a mani basse su Giachetti (56 a 44) e Marchini (56,5 a 43,5), mentre la spunterebbe di un soffio sulla candidata dei Fratelli d’Italia e della Lega (51,5 a 48,5).

A Torino Fassino avanti di brutto al primo turno sulla grillina Appendino: 40% contro 29. Ma al Ballottaggio il risultato è più che mai in bilico, visto che l’attuale sindaco Pd la spunterebbe con soli due punti di vantaggio (51 a 49).

Assai più definita la situazione a Napoli, dove secondo Emg, se si votasse oggi, al primo turno De Magistris comanderebbe col 39% davanti a Lettieri del centrodestra col 24% e a Valente del centrosinistra col 19%. Il ballottaggio tra i primi due vedrebbe il sindaco in carica trionfare col 64% delle preferenze contro il 36% di Lettieri.