Povera grammatica italiana. Non solo i comuni cittacdini. Persino il prestigioso portale web dell’altrettanto prestigiosa Treccani cade sull’apostrofo. Così digitando su Google  “Rivoluzione culturale cinese” insieme con “Treccani, il portale del sapere” ecco il brano che compare: «Fu un movimento popolare, soprattutto giovanile, che si fondava su un’ideale di egualitarismo assoluto e sul controllo dal basso della politica e dell’economia…».  Inserire l’apostrofo all’articolo indeterminativo prima di un termine maschile è un brutto errore. Un errore purtroppo frequente e che viene commesso anche da chi ha abbandonato la scuola da molti anni. Ma fa una certa impressione ritrovarselo persino sul “portale del sapere”.
Una svista, certo, dettata magari dalla fretta o dalla stanchezza. Però…