SImone Uggetti, Sindaco di Lodi del PD

SImone Uggetti, Sindaco di Lodi del PD

Il sindaco di Lodi, Simone Uggetti (Pd), è stato arrestato questa mattina dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Lodi per l’ipotesi di turbativa d’asta in relazione all’appalto per la gestione delle piscine comunali scoperte in via di aggiudicazione alla società Sporting Lodi. In relazione agli stessi fatti è stato arrestato, contestualmente, anche un avvocato di Lodi. Uggetti, 42 anni, nativo di Sant’Angelo Lodigiano (Lodi), fin da giovanissimo è esponente della Sinistra giovanile lodigiana e, dopo essere stato consigliere comunale per la città di Lodi dal 1995 al 2005, è stato dal 2005 al 2013, assessore all’Ambiente, Urbanistica, Mobilità Sostenibile e Attività Produttive nelle due Giunte comunali di Lodi guidate da Lorenzo Guerini. Uggetti è stato eletto sindaco di Lodi il 10 giugno 2013 al ballottaggio con il 53,62% dei voti, entrando formalmente in carica dal giorno successivo. Secondo la procura di Lodi, la presunta collusione tra il sindaco Simone Uggetti e l’avvocato Cristiano Marini, entrambi arrestati, era finalizzata all’aggiudicazione del bando per la gestione delle piscine comuni scoperte Belgiardini e Concardi alla società Sporting Lodi la quale – hanno spiegato i pm Laura Siano e Sara Mantovani – aveva dietro di se’ la società Wasken Boys che avrebbe di fatto gestito il servizio con l’aggiudicataria. Gli indagati avrebbero preferito, però, che la Wasken Boys non comparisse nella vicenda “in quanto più nota al pubblico e quindi suscettibile di attirare maggiori critiche e controlli”.