chavezGalvez detto «Caracol» è stato fermato in un centro commerciale di Medellin, dove si era recato forse per incontrare la sua fidanzata venezuelana. Lo avevano individuato a marzo e lo avevano seguito nei suoi spostamenti in Ecuador, Perù e Colombia: dopo pedinamenti durati mesi è stato arrestato dalla polizia colombiana Gerson Galvez, il trafficante di droga più ricercato del Perù, il paese che secondo gli Usa è il più grande produttore di cocaina.

Galvez, 34 anni, detto «Caracol» è stato fermato in un centro commerciale di Medellin in Colombia, dove possedeva un appartamento di lusso e dove probabilmente aveva un appuntamento con la sua fidanzata venezuelana. Le autorità colombiane lo hanno espulso (e consegnato al Perù) perché privo di permesso di soggiorno. «Caracol» è stato consegnato al Perù, dove era ricercato per un centinaio di omicidi. Secondo la Colombia, Galvez è l’erede di «El Chapo», il boss messicano Joaquim Guzman arrestato a gennaio 2016. El Chapo, durante la latitanza incontrò l’attore e regista americano Sean Penn, che voleva realizzare un film su di lui. Galvez è considerato molto violento e pericoloso e le autorità peruviane avevano offerto 150mila dollari in cambio di informazioni utili alla sua cattura.

Durante la sua carriera criminale, Galvez è arrivato a gestire tutto il traffico di droga di Callao, la più importante città portuale del Perù. È accusato anche di estorsioni e minacce a pubblici ministeri. Mentre la Colombia lo consegnava al Perù, Galvez (che indossava il giubbotto antiproiettile) ha gridato ai giornalisti presenti: «Ho diritto alla presunzione di innocenza».