Si potrebbe presto aggravare la posizione del Capo di Stato Maggiore della Marina indagato dalla procura di Potenza, Su Giuseppe De Giorgi girerebbe un documento anonimo inviato da quello che sembra essere un ex collega di De Giorgi, tra gli altri, alla presidenza della Repubblica, alla presidenza del Consiglio, al ministro della Difesa.
Si tratta di un documento dettagliato, arricchito da numerosi atti ufficiali e pezze d’appoggio originali. Trentacinque pagine ricche di episodi scabrosi, che raccontano, però in particolare due vicende che potrebbero accelerare l’uscita di scena del Capo di Stato Maggiore della Marina.
La prima riguarda costose modifiche imposte a una fregata in costruzione a La Spezia, la sconda gli stanziamenti per il rinnovo della flotta della Marina militare per uno stanziamento strordfinario di oltre cinque miliardi di euro.