migranti1Invasione continua e in progressiva crescita. Il numero dei migranti che attraverso il Mediterraneo raggiungono l’Italia potrebbe raddoppiare dai 150mila dello scorso anno a 300mila. A dirlo è la ministra dell’interno austriaca Johanna Mikl-Leitner, all’agenzia di stampa austriaca, in vista dell’incontro di domani a Roma con il ministro Angelino Alfano. “Lungo questa rotta non arrivano siriani, in Europa, ma soprattutto persone dal Nord Africa, che non hanno diritto all’asilo”.
Per questo Viennaipotizza anche la chiusura del Brennero se non si contingenteranno i flussi. “L’Italia non può contare sul fatto che il Brennero resti aperto, se si arriva a flussi incontrollati di migranti” ha continuato la ministra dell’Interno austriaco. “Come fatto coi Paesi della rotta balcanica, Slovenia, Croazia e Macedonia, vogliamo informare anche l’Italia delle misure che intraprenderemo, se vi sarà un flusso incontrollato di migranti dall’Italia all’Austria”.
La Mikl-Leitner ha detto che Vienna vuole informarsi a Roma su come si stia preparando l’Italia a proteggere le frontiere nel caso di un aumento del flusso migratorio sulle sue coste, chiedendo anche conto della funzionalità degli hotspots allestiti nel sud del Paese, e se sia necessario aiuto in materia. Laddove vi sono nuove rotte migratorie, “i Paesi vanno sostenuti”.