Il procuratore di Cremona, Roberto Di Martino, ha chiesto 6 mesi di reclusione, con la sospensione condizionale della pena, per il ct della Nazionale Antonio Conte, imputato nell’inchiesta sul calcioscommesse. Nel dettaglio, il commissario tecnico è imputato per frode sportiva in relazione al match Albinoleffe-Siena del 2011. Per il tecnico azzurro il procuratore ha chiesto anche una multa di 8mila euroLa richiesta della Procura è stata formalizzata nel corso del processo celebrato con rito abbreviato per gli imputati che hanno scelto questa opzione, tra cui figurano Antonio Conte, il suo vice Angelo Alessio e il calciatore dell’Atalanta Guido Marilungo. La sentenza è prevista per metà maggio, prima che inizi l’Europeo in Francia. Per il calcolo della pena, il pm è partito da una condanna di 8 mesi ed è sceso a 6 mesi considerando lo sconto di un terzo delal pena previsto dal rito abbreviato.