incidente bus
E’ salito  8 il numero delle ragazze italiane vittime del grave incidente avvenuto ieri in Spagna nella regione di Terragona. Nello scontro hanno perso la vita quattordici ragazze tra i 19 e i 25 anni, tutte straniere: otto di loro erano studentesse italiane in Erasmus in Spagna. Tra le vittime, ha detto il ministro della Generalitat Jordi Jane, ci sono anche due tedesche, una romena, una uzbeka, una francese e una austriaca.La Farnesina attende conferme dalle autorità spagnole che hanno già terminato l’autopsia su tutti i corpi ma non hanno ancora ufficializzato alcuna identità. Il loro riconoscimento defintivo, hanno detto, sarà reso noto solo dopo l’arrivo di amici e familiari nelle prossime ore.
La prima italiana identificata è stata Valentina Gallo, 22 anni, di Greve in Chianti, morta poco dopo lo schianto. Elena Maestrini, 21 anni, di Bagno di Gavorrano (Grosseto), e Serena Saracino, torinese, che avrebbe compiuto 23 anni a Pasquetta, si sono invece spente in ospedale.Nell’elenco c’è anche la torinese Annalisa Riba, 22 anni, studentessa di Farmacia.

Le famiglie dei nostri connazionali possono rivolgersi al numero +39 0636225 dell’Unità di Crisi della Farnesina.

Un alto funzionario del ministero degli Interni spagnolo davanti alla stampa ha detto che il conducente dell’autobus, con alle spalle 17 anni di esperienza, avrebbe avuto un colpo di sonno. Il pullman ha quindi piegato sulla destra: l’uomo si sarebbe svegliato di soprassalto dopo aver toccato la barriera metallica e avrebbe reagito con un’improvvisa e forte sterzata a sinistra, facendogli perdere il controllo del mezzo. Il torpedone ha quindi invaso la corsia di sinistra, rovesciandosi e scontrandosi con un automobile, sulla quale viaggiavano due persone rimaste ferite.