Buone performances per la Fiera di Rimini. Il Consiglio d’Amministrazione ha approvato il progetto di Bilancio consolidato al 31 dicembre 2015.che presenta un fatturato consolidato al 31 dicembre 2015 pari a 74,9 milioni di euro, in crescita del 10,1% rispetto ai 68 milioni di euro al 31 dicembre 2014. Il Margine Operativo Lordo al 31 dicembre 2015 è pari a 12 milioni di euro, mantenendosi sui livelli dello scorso anno nonostante l’annualità “dispari” senza Tecnargilla e IBE. L’Utile Netto al 31 dicembre 2015 è pari a 3,7 milioni di euro, registrando un incremento del 8,8% rispetto ai 3,4 milioni di euro dell’esercizio 2014. Al 31 dicembre 2015 la Posizione Finanziaria Netta è positiva per 4,8 milioni di euro in miglioramento rispetto al debito di 4,7 milioni registrato al 31 dicembre 2014.
Per ciò che concerne la capogruppo Rimini Fiera SpA, il fatturato al 31 dicembre 2015 è pari a 58,4 milioni di euro, in crescita del 3,5% rispetto ai 56,4 milioni di euro al 31 dicembre 2014. Il Margine Operativo Lordo (EBITDAi ) al 31 dicembre 2015 è pari a 11,4 milioni di euro, in linea con gli 11,5 milioni di euro dell’esercizio precedente. L’Utile Netto al 31 dicembre 2015 è pari a 3,9 milioni di euro, registrando un incremento del 25,8% rispetto ai 3,1 milioni di euro dell’esercizio 2014.
“Questo risultato economico – dice il presidente della SpA riminese, Lorenzo Cagnoni – sostanzia la bontà delle nostre strategie e dei nostri percorsi. Sono numeri che parlano di crescita, sviluppo, coerenza tra visione prospettica e risultati”.
Nel 2015 Rimini Fiera ha visto in calendario 41 manifestazioni e totalizzato 8.525 espositori. Sempre nel 2015 i congressi e gli eventi ospitati sono saliti a 141. L’attività di Rimini Fiera ha generato sul territorio oltre 2 milioni di presenze.