Duro colpo alla malavita organizzata di Palermo. I carabinieri hanno arrestato 62 persone accusate di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, ricettazione, favoreggiamento e reati in materia di armi aggravati dal metodo mafioso. Eseguiti anche sequestri di attività commerciali, imprese e beni immobili ritenuti frutto di illecito arricchimento. L’operazione azzera di fatto due clan palermitani.
Il blitz è scattato alle prime luci dell’alba e nasce da due diverse indagini, coordinate dalla Dda di Palermo, sviluppate dal Ros e dai carabinieri di Monreale. Al centro i “mandamenti” di Villagrazia-Santa Maria di Gesù e San Giuseppe Jato. Le attività investigative hanno permesso di ricostruire l’organigramma dei clan, i nuovi vertici e i rapporti con i boss dei mandamenti vicini.