E’ morto il papà di uno dei bambolotti più amati dai bambini di tutto il mondo, il Cicciobello che riproduce un neonato a grandezza naturale. Silvestro Bellini  si è spento a 87 anni all’ospedale Gavazzenti di Bergamo. Originario di Adrara San Martino, sempre nella Bergamasca, abitava a Sarnico e, assunto come modellatore alla Sebino di Cologne (Brescia), nel 1962 disegnò la bambola che avrebbe conquistato il mondo.
“Mi ispirai al volto di un neonato bergamasco”, aveva raccontato.
Il successo di Cicciobello fu tale che l’azienda di giocattoli si espanse fino a dar lavoro a 550 persone. La produzione alla Sebino terminò nel 1984. Successivamente, il marchio e gli stampi passarono prima alla Migliorati Giocattoli di Pavone Mella, sempre nel Bresciano, e poi alla Giochi Preziosi di Cogliate, in Brianza.
Bellini si era formato all’Accademia Carrara di Bergamo e aveva lavorato come artista disegnatore anche negli Stati Uniti e in Austria.