La giapponese Sharp ha accettato l’offerta di acquisizione da 660 miliardi di yen (5,6 miliardi di euro) della taiwanese Hon Hai, diventando di fatto la prima azienda nipponica ad essere controllata da un gruppo straniero. Secondo l’agenzia Kyodo News, Hon Hai, più conosciuta con il nome Foxconn, approverà un aumento di capitale della Sharp e rileverà le azioni privilegiate in mano ai creditori della società.
Il debito dell’azienda con sede a Osaka ammonta a circa 500 miliardi di yen, e già a maggio dell’anno scorso era stato annunciato un piano di salvataggio delle banche da 200 miliardi di yen (1,2 miliardi di euro).
Il conglomerato taiwanese è specializzato nell’assemblaggio di componenti utilizzate per gli iPhone, e collabora con la stessa Sharp nella produzione di schermi LCD nello stabilimento giapponese del Kansai.