Una ragazzina di 14 anni è morta fulminata mentre stava facendo il bagno nella sua casa di Mosca. L’adolescente, di cui non sono state rilasciate le generalità, si preparava per andare a dormire quando ha deciso di fare un bagno prima di coricarsi: si è infilata nella vasca e, quando si è accorta che il suo cellulare era scarico, ha tentato di attaccare il caricatore alla presa. Un attimo dopo giaceva riversa senza vita in acqua.
La madre, preoccupata perché non la vedeva uscire dal bagno, ha provato a chiamarla da dietro la porta senza ricevere risposta: con l’aiuto del fratello maggiore della ragazza ha sfondato la porta. L’hanno ritrovata con il caricatore immerso nell’acqua, mentre il cellulare era a pochi centimetri dalla vasca. Sul suo corpo c’erano segni bruciature. L’autopsia ha stabilito che è morta per una forte scarica elettrica che le ha fermato il cuore.