antidrogaUna vasta operazione antidroga, condotta dai carabinieri del Comando provinciale di Milano, ha portato all’arresto di 50 persone, di cui 47 italiane. Cinquecento i militari coinvolti tra il capoluogo lombardo, Monza, Como, Foggia, Lecco, Lodi, Siena, Nuoro e Olbia-Tempio. L’operazione è la conclusione di due distinte indagini avviate nel 2013 su presunti gruppi criminali attivi nel traffico di droga destinato alle province di Monza e Milano.
E’ stata la scoperta di una raffineria di cocaina ad Usmate Velate (Monza) a dare il via all’indagine dei carabinieri su due organizzazioni criminali, composte in totale da cinquanta persone (di cui 47 italiani, due marocchini ed uno spagnolo).

Nel blitz oltre venti persone sono finite in carcere, undici ai domiciliari e le altre hanno avuto l’obbligo di firma. Per rintracciare gli arrestati sono stati impegnati oltre 500 militari tra cui i carabinieri del 3 Reggimento “Lombardia”, dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sardegna”, del 2 Nucleo Elicotteri di Orio al Serio (Bergamo) e dei Nuclei Cinofili di Casatenovo (Lecco) e Orio al Serio. L’attività del primo gruppo è venuta alla luce nel dicembre 2013 con la scoperta della “raffineria” di cocaina a Usmate Velate. Il secondo gruppo è stato invece individuato, tra 2013 e 2014, dopo numerosi episodi di minacce all’interno dell’ambiente dello spaccio a Desio (Monza). 

Durante le indagini era già stato eseguito l’arresto in flagranza di reato di 32 persone e il sequestro di oltre 27 chilogrammi di stupefacente, oltre 20 armi da fuoco e 120mila euro in contanti. Infine, sono stati accertati oltre 1.200 episodi di cessione di droga a centinaia di assuntori di varia estrazione sociale.