Undici persone, tra cui un sacerdote e un allenatore di squadre di calcio giovanili, sono state arrestate tra Lombardia ed Emilia con l’accusa di aver avuto rapporti sessuali a pagamento con ragazzi minorenni.
Il blitz dei Carabinieri contro un giro di prostituzione minorile ha interessato le provincia di Brescia, Bergamo, Milano, Monza, Pavia e Parma.
I ragazzi si presentavano come maggiorenni sui social network e, una volta stabilito il contatto, gli indagati avevano con loro rapporti sessuali in luoghi appartati in cambio di regali o piccole somme di denaro.