clan laudani
Uno dei clan storici della mafia catanese, feroce e potente, dalla notte scorsa fa meno paura. I carabinieri hanno arrestato un centinaio tra capi e gregari dell’organizzazione, e tra loro pure tre donne, che stando all’inchiesta della Dda di Catania, avevano ruoli di vertice. L’ordinanza riguarda 109 persone. E’ la più imponente operazione antimafia effettuata a Catania da molti anni, dopo quelle «storiche» avvenute negli anni ’90, e conferma come la mafia nella seconda città della Sicilia sia viva e vitale, nonostante la mancanza di omicidi e di fatti eclatanti possano aver fatto pensare il contrario. 

Per i carabinieri, è stato riscontrato «un diffuso condizionamento illecito dell’economia locale posto in essere anche con attentati alle attività produttive ed aggressioni agli imprenditori». Per il procuratore di Catania Michelangelo Patanè «è una grande operazione dei militari dell’Arma che arriva a conclusione di una lunga inchiesta coordinata dalla nostra Direzione distrettuale antimafia che ha acceso un faro su una “famiglia” tra le più sanguinarie della storia di Cosa nostra a Catania. E’ un segnale forte e chiaro della forza dello Stato e della capacità delle istituzioni di agire sempre con fermezza nella lotta alla criminalità».