Raffaele Sollecito chiede allo Stato italiano un risarcimento di 516mila di euro per “l’ingiusta detenzione” dal 6 novembre del 2007 al 4 ottobre del 2011 subita nell’indagine sull’omicidio di Meredith Kercher. L’istanza è stata depositata alla Corte d’appello di Firenze. L’ingegnere pugliese, che si è sempre proclamato estraneo all’omicidio, è stato definitivamente assolto dalla Cassazione per il caso Mez assieme ad Amanda Knox.
I legali di Sollecito, Giulia Bongiorno e Luca Maori, hanno deciso di rivolgersi all’ultimo giudice di merito che si è occupato del processo.