Una donna di 20 anni, Gabriella Cipolletta, è morta per un’emorragia all’ospedale Cardarelli di Napoli dopo essersi sottoposta a un aborto volontario. I familiari della giovane hanno sporto denuncia alla polizia. “Disporremo un’inchiesta interna – ha detto il direttore di presidio dell’istituto, Franco Paradiso – ma la rianimazione ha già chiesto un’autopsia per ricostruire l’accaduto”. Il ministero della Salute invierà ispettori presso l’ospedale.
La 20enne, originaria di Mugnano (Napoli), sarebbe stata sottoposta a una serie di trasfusioni con quattro sacche di plasma, ma è morta intorno alle 15 per choc ipovolemico. “A un primo esame le procedure sembrano state corrette”, ha dichiarato il dottor Paradiso. Nel reparto di ginecologia del Cardarelli si sono vissuti momenti di tensione tra i parenti della giovane, che hanno sfiorato la rissa.